Se vogliamo salvare capra e cavoli…. (CHANGE diceva Obama)

Sulla riva di un fiume si trovano un contadino con un lupo, una capra e un cavolo. Il debito pubblico degli Stati Europei è il Lupo. L’unione europea è la Capra. Il Cavolo è lo stato sociale. Si sa che, lasciati soli, il lupo mangia la capra e la capra mangia il cavolo. In che modo il contadino può traghettare sull’altra riva lupo, capra e cavoli potendo disporre di una barca su cui si può salire soltanto in due?

capra e cavoli, porti sicuri, grandi timonieri, finanza, gianluca cecchini

A parte i giochini, in Europa abbiamo una situazione politica economica e sociale quantomeno ingarbugliata. Uno dei problemi principali, oltre all’occupazione e alla competitività dei sistemi economici è quello legato ai debiti degli stati periferici.

Alcuni politici ed economisti credono che la soluzione sia la ristrutturazione del debito di questi stati. Altri ritengono che un fallimento degli stati sovrani provocherebbe una crisi inevitabile per la stessa Europa e metterebbe a rischio il progetto stesso di unione.

Credo che il momento delle decisioni sia arrivato. Da qui a qualche mese dovremo decidere cosa fare. La soluzione che garantisce il minore effetto negativo anche sui conti della BCE stessa sarà quella di evitare il default dei paesi tramite una sospensione delle negoziazioni dei relativi titoli, fermando la contrattazione degli speculatori, con l’istituto europeo che dovrà farsi carico di restituire debito e interessi ai sottoscrittori delle obbligazioni a fronte di serrati controlli nei bilanci di spese di Stati e istituti bancari.

Il cross euro dollaro dovrà per forza stornare dai valori attuali, con la rivalutazione delle valute dei paesi emergenti.  Del resto, negli USA, la situazione non è meno complicata. Dovremo dare poi la precedenza agli investimenti di medio e lungo termine relativi a ricerca e istruzione.

La ripresa economica, comunque, è ancora impalpabile e per effettuare la svolta non ci sarebbe niente da inventare. La tecnologia per il cambio epocale e per ridare linfa all’occupazione c’è già, basterebbe avere la volontà di cambiare.

CHANGE diceva Obama…

Informazioni su xsevents

http://www.facebook.com/profile.php?ref=name&id=1831337349
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...