Storie di “Papi”

Il primo ministro greco Papandreu ha messo un macigno sulla strada tracciata dalla BCE. Macigno che potrebbe portare ad una deviazione degli eventi programmati. L’annuncio di voler richiedere la fiducia al Parlamento e allo stesso tempo di voler indire un referendum sul nuovo piano di ristrutturazione è stato un vero shock per i mercati finanziari. Il risultato del Referendum, nel caso in cui i Greci manifestassero la volontà di uscire dalla zona Euro, sarà ovviamente dirompente per l’Unione, causando il tanto temuto effetto domino. Nessuno può prevedere cosa succederà a livello sociale, sicuramente la disgregazione produrrà effetti diversi nei singoli stati, ma anche i più forti come la Germania dovranno pagare un caro prezzo di denaro e di competitività. Credo che il Referendum non ci sarà, le diplomazie si stanno già muovendo per trattare le condizioni.

Per ora rimaniamo in mano alla speculazione internazionale e viene davvero il sospetto che tutto sia manovrato da una lobby “Illuminata” di potenti (tipo il Bildeberg Group*) che ha come braccia armate banche d’affari come la Goldman Sachs (complice del maquillage per fare entrare la Grecia nell’Unione***, di cui in nuovo Presidente della BCE, Mario Draghi, è stato Presidente europeo) al fine di stabilire un New World Order**.

Ci hanno fatto credere che sotto la guida della Germania avremo costruito un futuro migliore e invece siamo rimasti succubi inerti delle malefatte dei politici e dei banchieri corrotti e corruttori, non avendo più la possibilità di stampare moneta e senza possibilità perciò di manovrare la valuta controllando e assestando i cicli economici di espansione e di contrazione. Il risultato di queste imposizioni, per noi e per quasi tutti gli Stati dell’Unione, è sotto gli occhi di tutti: debito fuori controllo e tagli che si ripercuotono in negativo sull’economia stessa.

Il nostro Papi ci mette del suo per deteriorare ulteriormente la situazione e le ultime trovate in tema di ricerca delle risorse, dopo i vari condoni, i tagli alla Sanità e alla Scuola, l’aumento dell’Iva, i prezzi dei carburanti ecc, parlano di fittizie vendite del patrimonio immobiliare che non possono certo avvenire in periodi relativamente brevi. La conseguente mancanza di credibilità degli atti del governo è il naturale risultato che rende giorno dopo giorno sempre più difficile l’attivazione di una inversione necessaria nei conti dello Stato, di un circolo vizioso positivo che permetta di uscire dall’obiettivo della speculazione internazionale. Abbiamo il tempo contato e tutte queste misure sono solo pagliativi, metodi per ritardare la fine della legislatura con la programmata inevitabile svendita a pezzi del Patrimonio piuttosto che lo sfascio dello stato sociale.

La domanda è: fino a quando gli italiani rimarrano in attesa degli eventi? Nonostante il perdurante arrocco dei Berluscones, se l’attuale governo si facesse da parte, potremmo ancora salvare capra e cavoli facendo “cassa” con alcune semplici misure:

-Grandi risparmi nelle uscite di cassa arriverebbero da una gestione tecnica che riduca pesantemente i costi della politica, faccia una riforma previdenziale seria toccando anche i privilegi acquisiti e soprattutto le pensioni d’oro (secondo me già sopra i 5000 euro mensili).

-Importanti risorse potrebbero venire da una lotta vera all’evasione spulciando i bilanci falsati delle società con situazioni patrimoniali imbarazzanti gonfiati da immobilizzazioni ad hoc per eludere le tasse, le associazioni (tutt’altro) senza fini di lucro, i professionisti evasori, i mafiosi e mettendo anche sotto osservazione i preti..

-Se ancora non bastasse una bella patrimoniale sugli immobili ad eccezione della prima casa farebbe il resto.

Poi ci vorrebbero provvedimenti che rilancino le imprese soprattutto attraverso la riduzione della pressione fiscale, la lotta alla burocrazia e agli sprechi e la liberalizzazioni dei servizi pubblici e successivamente il ritorno agli investimenti per ricerca istruzione farebbero tornare l’Italia paese dalle mille contraddizioni ma dalle infinite risorse ad essere una delle realtà economiche più importanti del mondo.

Ma questo sarebbe già un altro capitolo.

Per quanto riguarda noi navigatori, manteniamo rotte tranquille in acque non come quelle del Mare Nostrum…

*http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Bilderberg

**http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_del_complotto_del_Nuovo_Ordine_Mondiale

***http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,381507/Il_maquillage_greco_potrebbe_essere_stato.aspx

Altri siti:

http://www.nwo.it

http://it.wikipedia.org/wiki/Illuminati

http://it.wikipedia.org/wiki/Too_Big_to_Fail_-_Il_crollo_dei_giganti

Foto di David Shankbone

http://www.flickr.com/photos/shankbone

Informazioni su xsevents

http://www.facebook.com/profile.php?ref=name&id=1831337349
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...