Storie

Robert Shiller Premio Nobel per l’Economia nel 2013. Professore all’Università di Yale ha il “pallino” della volatilità dei mercati finanziari, della dinamica dei prezzi e della formazione delle bolle speculative.

Autore tra le altre cose di Irrational Exuberance e inventore dell’indicatore Case Shiller PE (vedi grafico) è considerato uno dei padri della finanza comportamentale.

Immagineff

Secondo il professor Shiller non esiste un buon investimento che prescinda dall’esplorazione e dalla comprensione del funzionamento della mente umana: “Un buon investimento è paragonabile alla diagnosi di una malattia mentale, perché bisogna capire il pricing dei beni per trovare qualcosa che sia sottovalutato nel presente, ma che aumenterà il suo valore in futuro. Ciò significa capire le origini del pensiero umano. Questa comprensione avvicina a uno psichiatra più di quanto si potrebbe immaginare”.

In qualità di promotore del movimento chiamato “Behavioral Finance” o “finanza comportamentale”, è convinto che “il cervello umano sia programmato per pensare in forma di storie” e che il pensiero narrativo sia un fattore determinante per le decisioni sugli investimenti. Perciò, sono le storie che fanno salire e scendere i prezzi dei beni, e se amplificate possono provocare distorsioni di prezzo e bolle speculative. In qualche modo questo fattore viene spesso sottovalutato e ignorato dai più.

L’era dell’ansia

Parlando dell’epoca attuale, il professor Shiller usa l’espressione “the age of anxiety” (l’era dell’ansia). Sicuramente, il mondo sta cambiando rapidamente e la velocità dei cambiamenti può essere angosciante. Specialmente il progresso tecnologico – riuscire a tenerlo sotto controllo, è praticamente impossibile.

La quantità dei nuovi dispositivi e delle nuove applicazioni è travolgente e, seppur affascinante e utile, provoca anche preoccupazione per il futuro. Come apparirà il mondo tra vent’anni? Come si trasformerà il mercato del lavoro? Quali competenze saranno desiderate e valutate? Nessuno può rispondere a queste domande e come il prof. Shiller sottolinea: “Questo causa la percezione di un mondo diverso, molto più rischioso per le persone, rispetto a ciò a cui sono abituate. E si tratta anche di un mondo iniquo. Penso che la paura dell’ingiustizia si stia amplificando”

Ingiustizia crescente, rapido progresso tecnologico e una stagnazione perdurante creano una triade sfavorevole, responsabile dell’attuale economia New Normal, come la definisce il prof. Shiller. “Quando la gente ha paura, vuole risparmiare di più e taglia le proprie spese indebolendo l’economia, ma allo stesso tempo ciò fa aumentare il prezzo dei beni.” L’ansia attuale sta fomentando il boom New Normal?

Il boom del millennio e il boom della Ownership Society (società di proprietari)

Parlando delle fasi di boom del passato, il professor Shiller fa riferimento al suo libro “Euforia irrazionale”: “Quello che voglio fare nel mio libro, è descrivere i boom come epidemie di idee e storie capaci di determinare l’approccio agli investimenti, causando una certa distorsione dei prezzi. Voglio rappresentare le fasi di boom nello stesso modo in cui si fa una diagnosi.

Il professore ritiene che il boom del millennio (1982-2000) sia stato causato dalle nuove invenzioni come Internet, dalla onnipresente attrazione suscitata dal commercio o dai cambiamenti geopolitici. La gente è stata stimolata dall’avvicinarsi del nuovo millennio coltivando una visione rosea, animata dalla comune aspettativa che sarebbero accadute grandi cose contestualmente all’arrivo del 2000.

Il secondo caso, il boom della Ownership Society (2003-2007), deve il suo nome a una frase usata da George W. Bush durante la campagna presidenziale. Il candidato sostenne l’idea che ogni persona stava  per diventare un capitalista e un proprietario, e che questa era la strada per la prosperità. Come si scoprì in seguito, fu molto persuasivo. Questa è la storia che il professor Shiller individua come causa della bolla speculativa chiamata appunto Ownership Society.

I due fenomeni descritti dal professor Shiller furono causati da un eccessivo ottimismo. L’economia New Normal, al contrario, deriva da un contesto molto diverso. Il mondo si è appena scrollato di dosso la crisi finanziaria e la paura di un’altra depressione incombe sull’economia. Le circostanze non sono esaltanti e il pessimismo è largamente presente. Per queste ragioni sembra paradossale che si verifichi un boom economico in questo momento. Tuttavia, parlando del momento attuale, il professor Shiller è “preoccupato per la sopravvalutazione e per il tipo di storie in circolazione.”

Il tempo dimostrerà la fondatezza o meno della sua tesi

Soltanto il tempo potrà dire se le preoccupazioni del professor Shiller siano fondate o meno. Nessun sistema esperto, non importa quanto avanzato e scientifico, è in grado di prevedere la prossima bolla speculativa. In fin dei conti, sono il comportamento e le decisioni umane che guidano i mercati, e questi due elementi sono troppo imprevedibili e incoerenti per qualunque sistema.

 

 

817SanQTN-L__SL1500_

Informazioni su xsevents

http://www.facebook.com/profile.php?ref=name&id=1831337349
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...